Finissage mostra “100×100 Achille e oltre”

“Die hard object”. Esistono oggetti appartenenti alla nostra cultura materiale e simbolica che per anni sono stati dichiarati sul punto di morire, perché divenuti obsoleti nella forma o nella funzione o perché superati da nuovi oggetti, specialmente digitali, che ne avrebbero sancito la scomparsa.

Nonostante tutto, alcuni di questi hanno continuato a sopravvivere alle mode e ai tempi: o perché sono stati in grado di riconvertire la propria funzione, mantenendo acceso un valore simbolico e poetico (si pensi al celeberrimo manifesto della “Rosa nel calamaio” di Pintori per Olivetti) o perché, esaurito il valore d’uso, hanno detonato un nuovo valore iconico (si pensi alla macchina da scrivere stessa) oppure perché sono oggetti “duri a morire”, per i quali avevamo pensato che il passaggio all’analogico/manuale al digitale avrebbe esaurito il senso e invece rimangono irrinunciabili (per esempio il taccuino).

Per quali oggetti, oggi, possiamo pensare questa fine, nuovo inizio o immortalità?

evento

07.04.2019
ore 18.00

Museo Bailo

A seguire:
degustazione enogastronomica

Condividi

Altri eventi

08.03.2019
ore 18.00
Museo Bailo

evento
Incontro con Giovanna Castiglioni

08.03.2019
—07.04.2019
Museo Bailo

mostra
Esposizione omaggio ad Achille Castiglioni, maestro del design

23.03.2019
ore 18.00
Museo Bailo

talk
Incontro con Marco Marzini e Giovanna Castiglioni