Secondo weekend di Talks a oltreDesign festival #1

Ad aprire questo denso weekend di talks sono stati Alberto Bevilacqua, della storica tessitura veneziana, e Patrizia Polese, artista tessile, che hanno approfondito il tema legato all’arte e all’artigianato tra tradizione e innovazione con “Tessuto vivo, materia prima da plasmare seguendo il filo della tradizione”.

Il secondo talk della serata è stato invece quello con Stefano Mazzoleni e Gianni Ephrikian, i quali hanno parlato della relazione tra musica e design, facendo una breve panoramica sul tema. Assieme a loro abbiamo anche potuto risolvere l’interrogativo “Può la musica essere ispirata dal design e può il design creare spunti per i musicisti?”, tutto ciò tramite interessanti temi, curiosità ed idee che vedono nuovi aspetti dell’immagine rappresentata, del suono, del gesto artistico, della notazione e del guardare la musica.

Il primo incontro della giornata di sabato 16 Marzo, ha visto coinvolto Gabriele Pardi, moderato da Alberto Bassi, i due ospiti hanno dialogato sul tema della trasformazione e l’utilizzo contemporaneo degli spazi segnati,in modo sempre più significativo, dalle presenze tecnologiche e al contempo bisognosi di nuove forme di fruizione esperienziale.

Successivamente si è trattato il tema “Dal design della comunicazione alla comunicazione del design: parole ed imagini s’incontrano a metà strada” assieme a Michele Foschini della Bao Publishing e Riccardo Fabiani. Abbiamo potuto entrare in contatto con l’esperienza di un illustratore e di un editore che ci hanno dato la piena visione di una mappa orale del mondo dell’immagine, raccontata da chi ogni giorno naviga il mare imprevedibile della creatività e della comunicazione. Un dialogo complessivamente mirato a coinvolgere il pubblico, per smitizzare alcuni dei preconcetti più comuni sulle insidie della corretta trasmissione emotiva del design.

A concludere la giornata è stato l’incontro con Carlo Urbinati della Foscarini, moderato da Giuliamaria Dotto Pagnossin.

In “Maestrie” hanno discusso del ruolo del design italiano nella quarta rivoluzione industriale, il quale è chiamato a rinnovare il suo “Umanesimo” superando l’idea di produzione come sfida tecnologica.


Instagram: oltredesign_festival
Facebook: oltredesign


#oltredesignfestival #trevisocultura



16.03.2019
di Angelica Facchin, Anna Pattaro e Simone Liberali


oltreDesign Talk
oltreDesign Talk
oltreDesign Talk
oltreDesign Talk
oltreDesign Talk
oltreDesign Talk
oltreDesign Talk
oltreDesign Talk
oltreDesign Talk